Carrello vuoto

Onicomicosi, che dramma!

Pubblicato il 17/02/2017

Buonasera a tutte!

Vi siete mai chieste come dovreste comportarvi in caso di funghi sulle unghie o fungo sulla pelle?

Prima di tutto, dopo che si è accertata la contaminazione grazie alle due figure cardine per la nostra salute ed il nostro mantenimento, ovvero estetista e dermatologo, bisogna capire come è avvenuto il contatto con l'agente patogeno e soprattutto che misure adottare per non contagiare ulteriormente noi stesse e chi ci sta accanto.

Lo spiacevole incontro, con questi poco simpatici abitanti dell'omonimo regno, avviene in modo del tutto similare ai virus, organismi altrettanto pericolosi. Capita più frequentemente in ambienti umidi e caldi e tutti sappiamo che piscine e Spa sono i loro luoghi di proliferazione preferiti e per quanto si possa fare attenzione, molti di noi sono più predisposte a "riceverli ed ospitarli".

Essi colpiscono volentieri i piedi, semplicemente perché sono i più esposti, ma non crediate che le mani siano esenti.

Forma GRAVE di micosi, che coinvolge solo la matrice dell'unghia!

Versione "leggera" della classica muffa da ristagno sotto le unghie. A sinistra l'unghia SANA e a destra l'unghia affetta da ONICOMICOSI.

In questi casi, evitate di tenere troppo le mani in acqua e fatevi vedere il prima possibile da un dermatologo. Per precauzione, indossate guanti di cotone per poter far respirare la pelle, ma senza aumentare il contagio per contatto. Sì, qualunque cosa tocchiate rischia di contaminarsi, compresi capelli, occhi, bocca ed ogni oggetto intorno a voi, come lenzuola, asciugamani ... Questo perché, proprio come i buonissimi funghi porcini o champignon, anche questi funghi possiedono spore che rilasciano e vagano nell'aria e si depositano, creando nuove colonie.

Importante dunque la precauzione e poi il mantenimento! Dopo aver applicato antimicotici vari, cercate di disinfettare spesso gli ambienti e tutte le cose che toccate con oli essenziali purificanti molto potenti come il Tea Tree. Migliorano notevolmente la situazione anche in caso di candida, riacidificando l'ambiente che diviene sconfortevole per i funghi.

Attenzione soprattutto a calzini e scarpe in caso di fungo sui piedi, che sia specifico dell'unghia o che coinvolga pelle ed unghie. Sono due oggetti che "lavorano inconsciamente" contro di voi!

Cercate di utilizzare asciugamani monouso, di carta, per asciugarvi nei punti coinvolti, gettateli via ben chiusi e continuate per qualche tempo anche dopo che il fungo sarà completamente riassorbito.

Queste foto rappresentano forme gravi di contaminazione a cui si può facilmente arrivare, però, se si perde di igiene e se si soffre di scarso mantenimento. La noncuranza e la superficialità sono pratiche che devono smettere di esistere! In alcuni casi si perde completamente l'unghia, che potrebbe anche non ricrescere più se la matrice risulta danneggiata.

Muffa classica che rende l'unghia giallina e successivamente assume un colorito verdastro.

Forma particolare di fungo che coinvolge anche la pelle.

Forma particolare che coinvolge solo la pelle e la matrice, ma che sembra non colpire direttamente le unghie. Può dar origine a giradito ed altre gravi infezioni, specialmente se in assiduo contatto con acqua o umidità.

Naturalmente sono sconsigliati tutti i trattamenti estetici su problemi di questo genere!

Riassumendo, ATTENZIONE, ATTENZIONE, ATTENZIONE con questa forma di "malattia" che può essere scontata e banale.

Le immagini forti devono servire a colpire per cambiare radicalmente le nostre abitudini per quanto riguarda l'igiene.